Portafoglio hardware per criptovalute – quale utilizzare

Portafoglio hardware per criptovalute – quale utilizzare

Il portafoglio hardware è diventato di gran moda. Questi dispositivi ultra sicuri per la memorizzazione della criptovaluta sono diventati molto popolari con il boom dell’interesse per il Bitcoin. Con un numero di modelli diversi tra cui scegliere, i principianti potrebbero chiedersi qual è il migliore – e in effetti ho deciso di scrivere questo articolo per dare alcune dritte prima dell’acquisto.

I veri Hodlers usano i portafogli hardware

Portafoglio hardwareTrezor e Ledger, due dei produttori di portafogli più noti, sono cresciuti fino a diventare soluzioni per lo stoccaggio a freddo del settore. Entrambe le aziende, che producono una gamma di dispositivi, hanno soddisfatto con successo la richiesta di storage offline sicuro e intuitivo. Nessun portafoglio di criptovaluta è sicuro al 100% contro tutti i vettori di attacco noti, compresi gli atti di dio, ma Trezors e i loro simili sono molto vicini, a condizione che vengano acquistati direttamente dalla società o da un rivenditore approvato. Spendere $ 100 o più per mettere in sicurezza diverse migliaia di dollari di crittografia – che ha il potenziale per apprezzarne altre migliaia – sembra un investimento piuttosto buono.

Ma per chiunque esiti a comprare un portafoglio hardware, è possibile ottenere lo stesso risultato con un budget più limitato. Non c’è nulla che ti impedisca di installare un portafoglio su una pen drive, o meglio ancora un paio di pen drive per garantire la ridondanza e crittografarli. Allo stesso modo, anche un vecchio iPhone con l’app Bread Wallet installato o il portafoglio Bitcoin.com installato rende un dispositivo di conservazione a freddo duraturo. Annota le chiavi di ripristino e quindi mantieni il portafoglio hardware offline, salvo quando è necessario accedere allo stgesso.

Trezor

Trezor si definisce “il portafoglio hardware più originale e sicuro” ed è molto apprezzato dagli hodlers. Disponibile in bianco o nero per circa € 89 , il dispositivo ti consente di memorizzare tutti i token ERC20 insieme a quasi due dozzine di monete, tra cui BTC, BCH, LTC, DASH e ZEC. Resistente all’acqua e robusto, Trezor è dotato di un piccolo display per confermare i dettagli della transazione, 2FA(verifica a 2 fasi), password manager e molte altre funzionalità .

Portafoglio hardware

Ledger Nano S

Piccolo e leggero, il Nano S di Ledger è nato per contenere bitcoin, ethereum e molte altre altcoin. Come Trezor, Nano S è molto apprezzata dalla comunità cripto, e questa settimana Ledger ha festeggiato vendendo il suo milionesimo Nano S. Questo portafoglio hardware utilizza un piccolo display OLED e pulsanti laterali che vengono spinti per confermare le transazioni. Se vuoi mettere le mani su uno di questi modelli, devi essere paziente però – le prossime unità non sono programmate per la spedizione fino a fine marzo.

La società produce anche Ledger Blue , un dispositivo hardware di livello enterprise, che ha uno schermo più grande, funzionalità di sicurezza aggiuntive e un prezzo ancora da definire. Come il fratello, la Nano S, la Ledger Blue è attualmente esaurita, senza data di spedizione confermata. Ho avuto modo di testarle tutte ma se devo esprimere un mio parere, la mia scelta si concentra su Ledger Nano.

Portafoglio hardware

Keep Key

Sebbene non sia di moda come Ledger o Trezors, il portafoglio hardware Keep Key è un altro concorrente capace. Permette lo stoccaggio di bitcoin, bitcoin cash, ethereum, litecoin, doge e  ulteriori monete da aggiungere. C’è anche la possibilità di scambiare le criptovalute direttamente dal dispositivo usando Shapeshift. Viene venduto al prezzo di $ 129, ed è disponibile solo per il pre-ordine, senza data di spedizione confermata.

Portafoglio hardware

Bitlox

Bitlox sembra un po ‘diverso dal resto dei portafogli presenti qui. Piuttosto che collegarsi al laptop tramite USB, utilizza solo Bluetooth. Il dispositivo è sottilissimo, che assomiglia a una smart card, può archiviare bitcoin e vendite al dettaglio per circa $ 98 anzichè $ 199. Il supporto per altcoin è in arrivo.

Portafoglio hardware

Digital Bitbox 

Un portafoglio hardware minimale, Digital Bitbox evita completamente lo schermo in favore della compattezza. Utilizza una scheda micro SD, è compatibile Tor e Tails e ha 2FA opzionale. Il dispositivo fabbricato in Svizzera racchiude una quantità impressionante di funzioni di sicurezza in uno spazio molto piccolo. Basta non perderlo. Il costo è di € 78.

Di tutti i dispositivi hardware presenti in questo elenco, Trezor e Nano S sono stati ampiamente testati su larga scala da milioni di utenti, il che sicuramente ispira fiducia. Ciò non significa che siano più sicuri dei dispositivi di altri produttori. La cosa più importante è che si ottenga il maggior numero possibile di criptovalute dagli scambi centralizzati e che si abbia il pieno controllo delle chiavi sullo stesso. Solo dopo aver ottenuto questo, puoi veramente affermare di aver guadagnato la tua libertà finanziaria.

Portafoglio hardware

 

E tu alla fine quale portafoglio hardware hai scelto ? Dacci il tuo feedback scrivedo nella sezione commenti qui sotto.

 

I lettori devono fare la dovuta diligenza prima di intraprendere qualsiasi azione relativa alla società menzionata o ai suoi affiliati o servizi. GiuseppeIezzi.it  non è responsabile, direttamente o indirettamente, per qualsiasi danno o perdita causati o presunti essere causati da o in relazione all’uso o affidamento su qualsiasi contenuto, beni o servizi menzionati in questo articolo.

Tag: , , , ,

Condividi questo post con il mondo!

 

Home | Privacy | Informativa sui cookies

 

@Copyright 2017 – Giuseppeiezzi.it – tutti i diritti sono riservati

Via Mameli, 11 – 67027 Raiano (AQ) – Cod.Fisc. ZZIGPP73D25G878C